lug 19 2013

Apparecchiare la tavola: molta fantasia e qualche regola

Wedding-Centerpieces-Shang-Chen

Ho letto ieri un interessante articolo sul “bicchiere democratico”, ovvero un bicchiere inventato recentemente da un grande sommelier per una perfetta degustazione di bianchi, rossi e champagne. A parte il costo contenutissimo (da qui l’aggettivo “democratico”), la novità più appariscente sta nell’abolizione dello stelo e nel recupero di una forma che ricorda i classici bicchieri da osteria.

Un’altra novità, dunque, che modificherà le regole per una corretta apparecchiatura della tavola. Quasi tutte queste regole, per la verità, sono saltate ormai da tempo, lasciando campo libero alla fantasia, alla creatività e a un modo più libero e personale di ricevere. Tovaglie, tovagliette all’americana, runner, tovaglioli in tinte contrastanti, piatti mischiati, posate d’argento, d’acciaio, dorate, bicchieri scompagnati, candele, fiori, oggetti, vige un’allegra anarchia che ha bandito la noia del “servizio buono” e che permette, anche con poca spesa, di divertirsi e sorprendere nello stesso tempo.

Ci sono tuttavia alcuni must irrinunciabili, che vi elenco.

  • Evitate i tovaglioli di carta, comodissimi in famiglia ma impresentabili agli ospiti, sia pure intimi. Nei grandi magazzini si trovano tovaglioli di cotone o di lino di tutti i colori che potete abbinare come meglio credete, disponendoli alla destra o alla sinistra del piatto, mai sul piatto e tantomeno sotto.
  • Piatti e bicchieri sbeccati devono restare in cucina.
  • I centrotavola non sono indispensabili, specialmente se il vostro tavolo è piccolo. Comunque: no alle grandi composizioni floreali e sì invece a fiori bassi, non profumati, disposti in piccoli vasi, oppure alle candele, anch’esse non profumate e non eccessivamente alte. Ricordate che i commensali devono potersi guardare senza fastidiose barriere e ciò che avete cucinato ha il diritto di sprigionare il suo aroma senza interferenze olfattive. Sì anche a piccoli oggetti decorativi.
  • Un tempo il bon ton imponeva che i primi asciutti (pasta o riso) fossero serviti su piatti piani. Oggi la fondina è assolutamente tollerata e potete usarla tranquillamente, sistemandola sopra al piatto piano.
  • I bicchieri, uno per l’acqua, uno per il vino bianco e, se previsto dal menu, uno per il vino rosso, vanno sistemati nell’angolo in alto a destra del piatto. Non amando le tavole stracariche, io preferisco evitare il bicchiere per il vino da dessert, che porto solo al momento del dolce, ma non ci sono divieti in tal senso.

DSC_0101 (1024x809)

  • Ed eccoci alle posate, tasto dolente per moltissime persone. Innanzitutto, vanno cambiate a ogni portata: non esiste proprio che la forchetta con cui si è mangiato il risotto sia usata anche per l’arrosto! Per la loro disposizione ricordate che: le due forchette (una per il primo e una per il secondo) stanno alla sinistra del piatto; il coltello, con la lama rivolta verso l’interno, sta a destra insieme all’eventuale cucchiaio. Forchettina e coltellino da frutta vanno messi in alto, davanti al piatto, la forchettina con i rebbi rivolti verso destra, il coltellino con la lama rivolta verso sinistra. Partendo dal bordo del piatto, prima bisogna mettere il coltello, poi la forchetta e infine, se serve, il cucchiaino da dolce con il manico opposto a quello della forchetta.
  • Eventuali piattini per il pane vanno sistemati nell’angolo in alto a sinistra del piatto.
  • Saliera, pepiera e oliera non fanno parte dell’apparecchiatura perché si dà per scontato che le pietanze siano perfette. Tuttavia, se i vostri ospiti preferiscono condirsi da sé l’insalata, portatele in tavola solo all’ultimo momento. E poi toglietele prima di servire il dolce! Lo stesso discorso vale per la formaggiera, che tornerà in cucina prima di servire il secondo.

DSC_0096 (1024x683)

Un commento su “Apparecchiare la tavola: molta fantasia e qualche regola
  1. Vittoria ha detto:

    tavole eleganti nelle foto, con belle stovigli e, finalmente, le posate al loro posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Le nostre Pubblicazioni
Casa golosa. Un ricettario di famiglia fra tradizione e nuovi sapori in vendita su
Fare festa. Idee e ricette per ricevere in casa. in vendita su