gen 10 2020

Gnocchi di castagne al Bleu d’Aosta

Nei giorni più freddi dell’anno possiamo anche permetterci piatti più sostanziosi e conditi, magari a base di prodotti di stagione, come le castagne di questa ricetta. Pochi ingredienti richiedono massima qualità: scegliete con attenzione la farina di castagne e, soprattutto, la qualità delle patate. Devono essere farinose e vecchie, e determineranno la quantità di farina che possono assorbire: quando impastate, unite soltanto 100 gr di farina di castagne e 100 gr di farina 00 e giudicate la consistenza. Solo se necessario aggiungete le farine restanti, o parte di esse.

Ingredienti per 4/6 persone

  • 1 kg patate farinose
  • 150 gr farina di castagne
  • 150 gr farina 00
  • 1 uovo intero, leggermente battuto
  • 25 gr burro + 25 per il condimento
  • 120 gr Bleu d’Aosta (o qualsiasi altro formaggio Bleu)
  • 120 ml latte

Lessate le patate: lavatele e senza sbucciarle mettetele  in una pentola con acqua fredda sufficiente da coprirle bene. Unite una presa di sale grosso e qualche goccia di aceto bianco, portate a bollore e da quando l’acqua bolle contate 30-40 minuti a seconda della grandezza delle patate.

Setacciate le due farine sulla spianatoia e aggiungete un pizzico di sale.

Passate allo schiacciapatate le patate quando sono ancora molto calde e appoggiatele sopra alle farine. Impastate un poco e unite l’uovo. Lavorate bene l’impasto quanto basta, altrimenti gli gnocchi risulteranno duri una volta cotti.

Ricavate dall’impasto dei filoncini e tagliateli a pezzetti regolari, che appoggerete su un telo cosparso di farina. Se non cuocete subito gli gnocchi, copriteli con uno strofinaccio ma non aspettate più di due ore per lessarli.

In un padellino a bagnomaria sciogliete il formaggio a pezzetti nel latte, e alla fine aggiungete il burro.

Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata e quando vengono a galla estraeteli con un mestolo forato, scolando bene l’acqua. Conditeli con la fonduta di formaggio e serviteli cosparsi di parmigiano e pepe nero.

 

 

 

 

Taggato con: , , , , ,
Pubblicato in Primi, Ricette, Vegetariano
nov 26 2019

Brownies della salute

Né latte, né uova, né grassi: se siete scettici come me quando si tratta di provare versioni light di miti consolidati sarete piacevolmente colpiti da questi brownies bassi in calorie, che usano la consistenza cremosa del puré di mele per aspirare a essere ottimi come quelli classici. E’ davvero una buona opzione per chi sta attento al peso. 

Ingredienti per 6

  • 800 gr mele Golden Delicious
  • 1/2 stecca cannella
  • il succo di mezzo limone
  • 40 gr cacao in polvere, amaro
  • 100 gr farina autolievitante
  • 1/2 tbsp bicarbonato di soda
  • 60 gr zucchero semolato o integrale
  • 100 gr cioccolato fondente al 70% tagliato a coltello
  • 70 gr noci tritate
  • 250 ml latte di cocco

Preparate il puréei mele: pelate le mele, tagliatele a quarti, eliminate i semi e mettetele in una pentola dal fondo pesante con il succo di limone, la cannella, una pizzico di sale e 2 cucchiai di acqua. Coprite e lasciate cuocere su fuoco dolce per circa 30 minuti, girando di tanto in tanto. Quando le mele saranno ridotte a una sorta di purée saranno pronte. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente, poi prelevatene 250 gr e trasferiteli in una ciotola.

Aggiungete la farina e il cacao passati al setaccio, lo zucchero, il bicarbonato, il cioccolato, le noci e il latte di cocco.

Mescolate bene fino a ottenere un composto abbastanza liquido: se il vostro purée di mele è particolarmente denso, aggiungete poca acqua o un po’ più di latte di cocco. Attenti a non lavorare troppo l’impasto, altrimenti i brownies diventeranno duri in cottura.

Rivestite una tortiera quadrata con la carta da forno e versatevi il composto. Cuocete in forno ventilato a 180° per circa 15-18 minuti, fino a quando cioè la superficie si sarà cotta ma l’interno sarà ancora morbido. Lasciate raffreddare, poi tagliate i brownies nella loro solita forma quadrata e servite.

 

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in Dessert, Ricette, Ricette light, Vegano, Vegetariano
ott 21 2019

Tempeh ai profumi mediterranei

Ecco un’unione perfetta fra un cibo tipico indonesiano come il tempeh e i sapori mediterranei: l’obiettivo è un equilibro bilanciato e saporito. Come probabilmente sapete, il tempeh è il prodotto della fermentazione dei semi di soya gialla, molto proteico e salutare. Può benissimo sostituire la carne, soprattutto se servito con verdure, salse e intingoli. Il suo sapore leggermente acido contrasta piacevolmente la dolcezza delle carote e della cipolla.

Ingredienti per 2 persone

  • 1 confezione di tempeh (circa 150 gr)
  • 2 carote grandi
  • 1 cipolla bianca media
  • 1 peperoncino fresco
  • 100 olive taggiasche
  • 100 ml olio evo + extra 4 cucchiai
  • 20 foglie di basilico lavate e asciugate
  • 2 cucchiai di salsa di soya light

Mettete le foglie di basilico in un piccolo food processor insieme all’olio e azionate fino a ottenere un composto cremoso e omogeneo. Tenete da parte quest’olio profumato e usatelo quando volete dare sapore a qualunque piatto. Ricordate di conservare in frigo (massimo 2 settimane) e di agitare bene prima dell’uso.

In a heavy-based saucepan, or wok, heat 2 tbsp oil and cook the Tempeh, thinly sliced, stirring occasionally, over a medium-low heat for 5 minutes, until soft and a pale caramel colour. Transfer onto a plate and keep warm.

Peel and thinly shave the carrots with the help of a peeler. Slice the onions and chop the red chilli pepper.

Nella stessa padella (o wok) usata per dorare il tempeh fate stufare la cipolla e il peperoncino nei rimanenti 2 cucchiai di olio evo, finché la cipolla sarà tenera ma ancora bianca. Aggiungete le carote, saltate per 40 secondi, mettete anche le olive e il tempeh e bagnate con la salsa di soya. Lasciate addensare qualche secondo, aggiustate di sale e servite caldo.

Per completare il piatto mettete al centro il tempeh e le verdure, e lasciate sgocciolare un po’ di olio al basilico.

 

Taggato con: , ,
Pubblicato in Cucina etnica, Ricette, Secondi, Vegano, Vegetariano
set 30 2019

Un grande classico romano, rigatoni alla Checca

Amici romani, vi prego di non prendervela, ma ammettiamo una volta per tutte che la cucina della capitale è decisamente orientata a elementi “basici” e a una essenza rustica che spesso risulta un po’ ostica. Però diamo a Cesare quel che è di Cesare: esistono eccellenti ricette anche nella cucina romana, e quella che vi propongo di rispolverare è la pasta alla Checca. La qualità degli ingredienti, così pochi e semplici, ovviamente fa la differenza!

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr rigatoni
  • 300 gr ricotta di capra
  • 80 gr parmigiano grattugiato al momento
  • 14 pomodori datterini o ciliegia
  • 1 mazzetto di basilico
  • 5 cucchiai di olio evo + extra da aggiungere alla fine
  • pepe nero macinato al momento

In una larga ciotola mescolate a mano la ricotta con il parmigiano e il pepe finché il composto diventi cremoso. Riducete i pomodori a una piccolissima dadolata e aggiungeteli alla ricotta lavorata insieme alle foglie di basilico lavate, asciugate e tagliate a listarelle sottili. Condite con l’olio e lasciate riposare il condimento per 2 ore a temperatura ambiente. Aggiustate di sale solo prima di servire, o il sugo rilascerà acqua e i pomodori si cuoceranno.

Lessate i rigatoni in abbondante acqua bollente salata (e tenete da parte 1 tazza di acqua se la salsa dovesse essere troppo densa), trasferiteli nella ciotola e mescolate bene. Aggiungete ancora un goccio di olio, aggiustate di sale e macinate ancora un poco di pepe. Servite subito.

Taggato con: , , , , ,
Pubblicato in Ricette, Ricette light, Vegetariano
set 13 2019

Cubi di patate speziate e briciole croccanti

Patate come queste sono un’esperienza mistica e sono anche così facili da fare e quasi a costo zero che non c’è molto altro da dire per convincervi a provarle. Parola d’onore! 

Ingredienti per 4-6 persone

  • 1 kg patate, sbucciate e tagliate inin cubi di  2,5 x 2,5 cm
  • 200 gr burro
  • 100 gr pangrattato
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/4 di cucchiaino di garofano in polvere

Mettete le patate in una pentola con acqua fredda salata, cui aggiungerete un cucchiaio di aceto. Portate a bollore e cuocete finché la patate saranno tenere ma ancora carnose. Scolate e lasciate riposare a temperatura ambiente.

In una larga padella sciogliete il burro e, quando sarà spumeggiante, incorporate il pangrattato, le spezie e tostate finché sarà diventato dorato e croccante.

Aggiungete le patate e mescolate bene finché saranno completamente ricoperte dalla salsa, aggiustate di sale e pepe e servite calde.

Taggato con: ,
Pubblicato in Contorni, Ricette, Vegetariano
Le nostre Pubblicazioni
Casa golosa. Un ricettario di famiglia fra tradizione e nuovi sapori in vendita su
Fare festa. Idee e ricette per ricevere in casa. in vendita su