giu 12 2019

Uovo marinato con agretti in salsa di capperi e alici

Gli agretti sono di stagione, e questa ricetta esalta il loro sapore minerale così peculiare grazie alla dolcezza e alla delicatezza del tuorlo d’uovo. Solo apparentemente semplice, è un piatto di una certa complessità che ricerca il perfetto equilibrio fra le diverse proprietà degli ingredienti. 

Ingredienti per 4 persone

  • 4 uova bio (prepatene qualcuno in più per sicurezza)
  • 160 gr sale grosso
  • 40 gr zucchero di canna
  • 4 mazzi di agretti
  • 2 cucchiai di capperi sotto sale
  • 6 filetti di alici sott’olio
  • 6 cucchiai di olio evo
  • 1 limone

Eliminate le parti dure dagli agretti, lavateli bene e lessateli in acqua leggermente salata per 3-4 minuti. Sciacquateli sotto acqua corrente per mantenere il colore.

Mettete nel frullatore i capperi dopo averli bene dissalati, le acciughe, l’olio, il succo del limone, due strisce di buccia di  limone e frullate fino ad avere una crema omogenea.

Condite gli agretti con la salsa (tenetene da parte un po’ per la decorazione) e formate 4 nidi che appoggerete su 4 piatti individuali.

Mischiate sale e zucchero, metteteli su un piatto piano e livellate la superficie. Con molta delicatezza appoggiate i tuorli sul composto e lasciate marinare per circa 30 minuti (il tempo dipende dalla grandezza delle uova). Trascorso questo tempo, prelevate i tuorli con le mani, sciacquateli con attenzione sotto acqua corrente e appoggiateli al centro dei nidi di agretti. Decorate con un po’ di salsa e servite.

 

 

 

Taggato con: , ,
Pubblicato in Antipasti, Ricette, Ricette light, Secondi, Vegetariano
mag 29 2019

Anello tricolore di riso e stracciatella

Colori e sapori molto siciliani per questo anello variegato di riso (anche se il riso viene dal Piemonte!), che si sposa benissimo con la delicatezza della stracciatella. L’aspetto è magnifico, il sapore pieno e, udite udite, si prepara il giorno prima.

Ingredienti per 10-12 persone

  • 250 gr riso rosso selvaggio
  • 250 gr riso Venere
  • 250 gr riso Arborio
  • 80 gr pecorino grattugiato
  • 80 gr mandorle bianche, tritate grossolanamente
  • 170 gr pachino secchi, sciacquati e tritati a coltello
  • 12 cucchiai olio evo
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale, sciacquati sotto acqua corrente
  • il succo di 1 limone
  • 600 gr  stracciatella
  • 80 gr olive nere

Cuocete separatamente i tre tipi di riso e lasciateli raffreddare a temperatura ambiente.

Mettete i pomodori, il pecorino, le mandorle e i capperi in un food processor e lavorate fino a ottenere una crema grossolana e densa.

Dividetela in tre parti e con ciascuna condite i tre tipi di riso, uno per volta. Spruzzate con il succo di limone, mescolate bene e tenete da parte.

Ungete uno stampo ad anello con un po’ di olio evo e mettete sul fondo il riso nero, premendo bene con il dorso di un cucchiaio e livellando la superficie. Proseguite con il riso bianco e per ultimo quello rosso. Battete lo stampo sul tavolo in modo da eliminare i vuoti d’aria, chiudetelo con la pellicola da cucina e refrigerate per almeno 12 ore.

Sformate il riso su un piatto piano, mettete la stracciatella al centro e decorate con qualche mandorla e le olive nere.

 

 

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in Primi, Vegetariano
mag 24 2019

Cavolo cinese con granella di nocciole

Ricetta super facile e veloce per un ingrediente come il cavolo cinese, o pak choi, che si trova ormai ovunque.

Ingredienti per 3 persone

  • 1 cucchiaio di zenzero fresco tritato
  • 2 spicchi di aglio tritati
  • 2 cucchiai di olio di sesamo, o qualsiasi altro olio di vostro gradimento
  • 2 cucchiai di nocciole con la pelle
  • 2 cucchiai di salsa di soya leggera
  • 1 cavolo cinese di grandezza media

Tostate le nocciole in un padellino senza aggiungere grassi e lasciatele raffreddare. Sbriciolatele usando il mortaio o un frullatore e tenete da parte.

Scaldate l’olio in un wok o una capace padella; aggiungete lo zenzero e l’aglio e fateli imbiondire.

Unite il cavolo lavato, scolato, asciugato e tagliato a striscioline di 1 cm. Mescolate bene, fate saltare un istante e poi aggiungete la salsa di soya.

Cuocete a calore medio per 3 minuti, mescolando di frequente. Cospargete con la granella di nocciole e servite caldo.

Taggato con: , , ,
Pubblicato in Ricette, Ricette light, Secondi, Vegano, Vegetariano
mag 13 2019

Polpette di carciofi

Un buon secondo vegetariano molto gradito anche ai non vegetariani.

Per 30 polpette

  • 3 grandi carciofi
  • 350 gr di ricotta di pecora
  • 100 gr di parmigiano reggiano
  • 2 spicchi di aglio
  • olio evo
  • 1 tazza di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaio di menta tritata
  • 40 gr pangrattato
  • la buccia grattugiata di 1 limone biologico + il frutto per pulire i carciofi
  • 40 gr noci sgusciate (peso netto)
  • 1/4 cucchiaino di noce moscata

per la salsa:

  • 250 ml Kefir
  • pochissimo zafferano

Pulite i carciofi e tagliateli a fettine(vedi http://www.lagrandemela.info/flan-di-carciofi/)

Mettete in una padella l’olio extravergine di oliva e l’aglio tagliato a metà, lasciandolo imbiondire su fuoco dolce. Eliminate l’aglio, unite i carciofi e saltate per qualche minuto. Aggiungete il brodo caldo, abbassate il fuoco e cuocete coperto per 10 minuti finché il brodo sarà evaporato e i carciofi saranno molto morbidi.

Trasferite i carciofi su un tagliere e tagliateli a coltello.

Trasferite in una ciotola i carciofi, unite la ricotta,  il parmigiano grattugiato, il prezzemolo tritato, la menta e la buccia di limone grattugiata, un pizzico di noce moscata, le noci pestate grossolanamente e mescolate bene. Se l’impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungete il pangrattato. Aggiustate di sale e pepe.

Formate delle polpette, passatele nel pangrattato e adagiatele su una teglia coperta di carta forno. Spruzzate con poco olio e cuocete in forno a 200° per 20/25 minuti, finché saranno dorate. Altrimenti, friggetele in olio caldo.

Accompagnate le polpette con una salsa composta da Kefir, poco sale e un’idea di zafferano.

Taggato con: , , , , ,
Pubblicato in Ricette, Ricette light, Secondi, Vegetariano
mag 7 2019

Flan cubano

Quella che segue è la versione cubana dell’arcinota Créme caramel che, a dispetto del suo nome francese, ha origini spagnole (vedi anche preparazioni simili come il latte alla portoghese e la crema catalana). La ricetta classica comprende solo latte, uova, zucchero e vaniglia; i cubani hanno sostituito il latte con latte in polvere e latte condensato, forse più facili da reperire sull’isola, creando così una consistenza decisamente diversa, più ricca e cremosa. Credetemi, è da perdere la testa.

Serves 6

  • 1 lattina di latte condensato (397 gr)
  • 200 gr latte intero in polvere
  • 3 uova bio
  • 1 cucchiaino di vaniglia naturale in polvere
  • 125 ml acqua
  • 200 zucchero semolato per il caramello

 

Mettete lo zucchero in un pentolino, ponetelo su fuoco basso e lasciatelo caramellare senza aggiungere acqua (mai!) e senza mescolare finché lo zucchero sarà sciolto e si sarà scurito fino a un bel colore biondo scuro. Rivestite uno stampo da budino con il caramello e tenete da parte. a

In una ciotola mettete il latte in polvere e l’acqua: lavorate con una frusta e aggiungete il latte condensato, avendo cura di eliminare eventuali grumi (potete aiutarvi con un frullatore a immersione). Aggiungete le uova e mescolate.

Incorporate la vaniglia, amalgamate bene il composto e trasferitelo nello stampo caramellato passandolo attraverso un setaccio: questa semplice accortezza elimina le bolle d’aria ed eventuali grumi rimasti.

Coprite con un foglio di alluminio, mettete lo stampo in una teglia con acqua bollente e cuocete a bagnomaria in forno statico a 180° per 75 minuti. Controllate la superficie: se il flan si è addensato toglietelo dal forno, altrimenti prolungate la cottura per altri 15 minuti.

Togliete lo stampo dalla teglia, lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi mettete in frigo per almeno 8 ore (se volete preparare il flan il giorno prima, tanto meglio).

Per sformare il flan lavorate inserite un coltello a lama tonda lungo i bordi, poi rovesciatelo su un piatto da portata e servite freddo.

Taggato con: , ,
Pubblicato in Cucina etnica, Dessert, Ricette
Le nostre Pubblicazioni
Casa golosa. Un ricettario di famiglia fra tradizione e nuovi sapori in vendita su
Fare festa. Idee e ricette per ricevere in casa. in vendita su