ago 19 2019

Gratin di fichi supercroccante

Che c’è di meglio che dolcissimi fichi immersi in un mare di ricotta cremosa e sorprendentemente croccante? Sia che lo prepariate il giorno prima e lo teniate in frigo, sia che lo consumiate tiepido questo dessert diventerà parte delle vostre ricette del cuore. 

Ingredienti per 8 persone

  • 500 gr ricotta freschissima
  • 800 gr fichi maturi ma sodi
  • 200 gr zucchero
  • 40 gr zucchero di canna
  • 4 uova bio
  • 6 amaretti di Saronno
  • 50 gr burro

Lavorate la ricotta con una forchetta insieme allo zucchero e ai tuorli.

Montate a neve le chiare e unitele al composto.

Ungete una tortiera di servizio, cospargete con poco pangrattato scuotendo via l’eccesso e trasferitevi la base di ricotta.

Lavate i fichi e, senza sbucciarli, tagliateli a quarti. Tuffateli nella crema di ricotta disponendoli a raggiera e lasciandone metà fuori. Cospargete con il burro a pezzetti e lo zucchero di canna e infornate a 190°.

Dopo 15 minuti aggiungete gli amaretti pestati al mortaio e cuocete ancora per 30 minuti. Se la superficie dovesse annerirsi troppo, coprite con un foglio di alluminio.

Taggato con: , , ,
Pubblicato in Dessert, Ricette, Vegetariano
lug 31 2019

Peperoni al profumo mediorientale

Re dell’estate, questi peperoni sono semplici da preparare ma hanno un delizioso gusto medio orientale che vi farà sognare atmosfere lontane. 

Ingredienti per 4 persone

  • 4 peperoni
  • 3 cucchiai duqqah (v. Datterini alla dukkah)
  • 2 cucchiai olio evo
  • 2 cucchiai aceto
  • 1 spicchio aglio
  • pangrattato

Lavate i peperoni, eliminate i filamenti bianchi interni e i semi e riduceteli a quarti, e poi ancora a metà.

In un piccolo frullatore emulsionate l’olio con l’aceto e l’aglio.

Appoggiate i peperoni su una teglia foderata con carta da forno, condite con la salsa usando un pennello, spolverizzate con la duqqah e la stessa quantità di pangrattato.

Spruzzate ancora un filo d’olio.

Cuocete in forno ventilato a 150°  per circa 50 minuti, finché siano dorati e croccanti.

Salate e servite tiepidi.

 

Taggato con: , , ,
Pubblicato in Contorni, Cucina etnica, Ricette, Ricette light, Vegetariano
giu 29 2019

Patate di Hasselback

Di solito servite con la cacciagione e inondate di burro, queste patate sono di origine svedese: strati di patate croccanti e dorate, cotti nel forno con una nota di limone ed erbe aromatiche sono perfetti con qualunque piatto decidiate di accompagnarli, carne o meno. Vista la mia origine italiana, io opto per l’olio evo al posto del burro, ma se volete… 

Ingredienti per 6 persone

  • 1,5 kg patate pelate
  • 3 spicchi di aglio tritato
  • bucce e succo di 2 limoni bio
  • 1 cucchiaio di origano
  • 1 cucchiaino di timo
  • 100 ml olio evo (o burro) + extra per ungere la teglia

Affettate le patate a circa 0,25 cm usando una mandolina o il robot da cucina, e immergetele via via in acqua fredda.

Tritate finemente le bucce di limone, aggiungete l’aglio e mischiate tutto con le erbe e l’olio (o il burro sciolto).

Scolate le patate, asciugatele con carta da cucina e impilatele intorno ai bordi di una teglia da forno in ceramica (che poi possiate portare in tavola), ben unta di olio o burro. Allineate le patate in modo che ogni piletta supporti le altre. Versate la salsa, aggiungete sale e pepe e cuocete in forno ventilato a 180°.

Infornate per 75 minutis, finché le patate saranno dorate e croccanti: se dovessero scurirsi troppo copritele con un foglio di alluminio. Controllate la cottura inserendo uno stecco per capire se le patate sono cotte fino al cuore, poi togliete dal forno e servite tiepide.

 

 

Taggato con: ,
Pubblicato in Contorni, Ricette, Vegano, Vegetariano
giu 12 2019

Uovo marinato con agretti in salsa di capperi e alici

Gli agretti sono di stagione, e questa ricetta esalta il loro sapore minerale così peculiare grazie alla dolcezza e alla delicatezza del tuorlo d’uovo. Solo apparentemente semplice, è un piatto di una certa complessità che ricerca il perfetto equilibrio fra le diverse proprietà degli ingredienti. 

Ingredienti per 4 persone

  • 4 uova bio (prepatene qualcuno in più per sicurezza)
  • 160 gr sale grosso
  • 40 gr zucchero di canna
  • 4 mazzi di agretti
  • 2 cucchiai di capperi sotto sale
  • 6 filetti di alici sott’olio
  • 6 cucchiai di olio evo
  • 1 limone

Eliminate le parti dure dagli agretti, lavateli bene e lessateli in acqua leggermente salata per 3-4 minuti. Sciacquateli sotto acqua corrente per mantenere il colore.

Mettete nel frullatore i capperi dopo averli bene dissalati, le acciughe, l’olio, il succo del limone, due strisce di buccia di  limone e frullate fino ad avere una crema omogenea.

Condite gli agretti con la salsa (tenetene da parte un po’ per la decorazione) e formate 4 nidi che appoggerete su 4 piatti individuali.

Mischiate sale e zucchero, metteteli su un piatto piano e livellate la superficie. Con molta delicatezza appoggiate i tuorli sul composto e lasciate marinare per circa 30 minuti (il tempo dipende dalla grandezza delle uova). Trascorso questo tempo, prelevate i tuorli con le mani, sciacquateli con attenzione sotto acqua corrente e appoggiateli al centro dei nidi di agretti. Decorate con un po’ di salsa e servite.

 

 

 

Taggato con: , ,
Pubblicato in Antipasti, Ricette, Ricette light, Secondi, Vegetariano
mag 29 2019

Anello tricolore di riso e stracciatella

Colori e sapori molto siciliani per questo anello variegato di riso (anche se il riso viene dal Piemonte!), che si sposa benissimo con la delicatezza della stracciatella. L’aspetto è magnifico, il sapore pieno e, udite udite, si prepara il giorno prima.

Ingredienti per 10-12 persone

  • 250 gr riso rosso selvaggio
  • 250 gr riso Venere
  • 250 gr riso Arborio
  • 80 gr pecorino grattugiato
  • 80 gr mandorle bianche, tritate grossolanamente
  • 170 gr pachino secchi, sciacquati e tritati a coltello
  • 12 cucchiai olio evo
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale, sciacquati sotto acqua corrente
  • il succo di 1 limone
  • 600 gr  stracciatella
  • 80 gr olive nere

Cuocete separatamente i tre tipi di riso e lasciateli raffreddare a temperatura ambiente.

Mettete i pomodori, il pecorino, le mandorle e i capperi in un food processor e lavorate fino a ottenere una crema grossolana e densa.

Dividetela in tre parti e con ciascuna condite i tre tipi di riso, uno per volta. Spruzzate con il succo di limone, mescolate bene e tenete da parte.

Ungete uno stampo ad anello con un po’ di olio evo e mettete sul fondo il riso nero, premendo bene con il dorso di un cucchiaio e livellando la superficie. Proseguite con il riso bianco e per ultimo quello rosso. Battete lo stampo sul tavolo in modo da eliminare i vuoti d’aria, chiudetelo con la pellicola da cucina e refrigerate per almeno 12 ore.

Sformate il riso su un piatto piano, mettete la stracciatella al centro e decorate con qualche mandorla e le olive nere.

 

 

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in Primi, Vegetariano
Le nostre Pubblicazioni
Casa golosa. Un ricettario di famiglia fra tradizione e nuovi sapori in vendita su
Fare festa. Idee e ricette per ricevere in casa. in vendita su