May 29 2019

Three Colours Rice Ring with Stracciatella

There is an unmistakable touch of Sicily in the flavors and colours of this dish (although the rice comes from Piedmont), which goes all too well with the delicacy of the stracciatella, or burrata if you opt for that one. It features a magnificent look, full flavours and you can even make it the day ahead. 

Serves 10-12

  • 250 gr red wild rice
  • 250 gr black rice
  • 250 gr white Arborio rice
  • 80 gr pecorino cheese, grated
  • 80 gr almonds, skin removed, coarsely chopped
  • 170 gr dried tomatoes, rinsed and finely chopped
  • 12 tbsp extravirgin olive oil
  • 1 tbsp salted capers, rinsed under running water
  • juice of 1 lemon
  • 600 gr fresh stracciatella (it is the stuffing of burrata: you can use a burrata as well, thoroughly chopped)
  • 80 gr black olives

Boil separately the three kinds of rice and let cool to room temperature.

Combine the tomatoes, almonds, pecorino cheese and capers in a food processor and work until you reach the consistency of a rough cream.

Divide the sauce in three parts, and with each one dress the rices, one at a time. Squeeze the lemon juice into the rice, mix well and set aside.

Grease a tin with some oil and first place the black rice with the help of a spoon. Even the surface, then add the white rice, and finally the red one on top. Press well with the spoon in order to eliminate any bubbles and tap the tin on the table to stabilize the content. Close the tin with plastic film and refrigerate for at least 12 hours.

Unmold the tin on a plate, pop the stracciatella into the center and decorate with some black olives and additional whole almonds.

 

 

Tagged with: , , , ,
Posted in First course, Vegetarian
Feb 7 2015

Cucumber-Avocado rolls

IMG_4823-001

An elegant and unusual aperitivo.


Makes 20 rolls

  • 3 large cucumbers
  • 1 ripe avocado
  • 1 handful dried tomatos, finely chopped
  • 1 lemon
  • 10 basil leaves, chopped
  • 1/2 tsp paprika or chilli powder
  • 1 tsp extravirgin olive oil

Rinse cucumbers well and, without peeling them off, cut in thin slices (you can use a peeler). Season well with some salt and leave the cucumber slices in a colander for 30 minutes, so that they will expel some water. Then lay the slices to dry on a clean towel.

turbanticetrioloavocado

Scoop out avocado from the peel, mash it with a fork and squeeze lemon juice on top. Add basil leaves, dried tomatoes, olive oil and a pinch of salt (or more to taste).

IMG_4799 (768x1024)

Spread the avocado cream onto each slice, and carefully roll them up. Position on a clean dish. Sprinkle with just a pinch of paprika or chili powder and serve immediatly.

Tagged with: , , , , , , ,
Posted in Starters, Light recipes, Vegan, Vegetarian
Mar 14 2014

Tortelli neri con orata e profumi mediterranei

IMG_1903-001

Sorprendenti per il colore, eleganti e spettacolari per il sapore. Conditi con semplice olio evo e zeste di lime sono anche leggeri.

Ingredienti per 4 persone

  • 3 uova biologiche
  • 300 gr farina 00
  • 4 bustine di nero di seppia (oppure 3 vesciche fresche con l’inchiostro)
  • mezzo guscio di acqua
  • 250 gr orata sfilettata (peso netto)
  • 120 gr patate lesse (peso netto)
  • 2 cucchiai pinoli
  • 1 cucchiaio abbondante prezzemolo tritato
  • 3/4 scalogni (se sono grandi bastano 3)
  • 2 pomodori secchi, reidratati in acqua bollente  e ben sciacquati
  • 1 lime

Versate nell’impastatrice le uova, la farina e il nero di seppia; impastate fino a ottenere una palla bella liscia, che lascerete riposare in frigo per un’ora coperta con la pellicola trasparente. Se fate la pasta a mano, procedete come al solito, facendo la fontana al centro della spianatoia e ricavando un buco al centro della farina, in cui verserete le uova e il nero di seppia, amalgamando con una forchetta.

tortellineri

Sfilettata l’orata, eliminate con cura tutte le spine eventualmente rimaste e tagliatela a dadini; scaldate 1 cucchiaio di olio in una padella e saltate il pesce per 1-2 minuti, fino a colorirlo leggermente ma senza cuocerlo del tutto. Leggi tutto ›

Tagged with: , , , , , ,
Posted in First course, Recipes
Oct 1 2013

Autumn rolls di lattuga e feta

DSC_0498-001

La risposta italo-greca agli spring rolls cinesi, ossia gli involtini primavera. Questi li abbiamo chiamati involtini autunnali perché contengono nel ripieno i pomodori secchi, che arrivano adesso, ai primi sentori autunnali, sulle nostre tavole dopo che il solleone estivo ha fatto il suo dovere seccandoli e concentrandone aroma e sapore.

Per 12 involtini

  • 400 gr feta greca di buona qualità
  • 180 gr pomodori secchi
  • origano secondo il vostro gusto
  • 2 cipollotti
  • 60 gr olive nere di Kalamata
  • olio evo
  • 1 cespo di lattuga (ve ne serviranno 12 foglie)

Spuntate la lattuga, lavatela e scottate le foglie in acqua bollente salata per 15 secondi, poi mettetele ad asciugare su un telo da cucina.

DSC_0477-001

Preparate il ripieno: lavorate la feta (tenete da parte una cucchiaiata) con una forchetta, unite i pomodori ben sciacquati sotto acqua corrente (questa operazione è fondamentale per eliminare il sale in eccesso), origano e un paio di cucchiai di olio.

melealcurry3

Mescolate bene e riprendete le foglie di lattuga, posizionando il ripieno verso la fine della foglia, ripiegando i lati lunghi su se stessi e finalmente avvolgendo la foglia per ottenere un involtino.

DSC_0494-001

Per la salsa, frullate le olive e 1 cucchiaio di feta con tanto olio quanto serve per ottenere una salsa fluida. Affettate i cipollotti, accomodate gli involtini su un piatto e serviteli insieme agli anelli di cipollotti e la salsa.

melealcurry4

Tagged with: , , ,
Posted in Starters
Sep 23 2013

Roast beef con crema di olive nere e pomodorini secchi

DSC_0156 (1024x682)

Questa salsa è pensata per il roastbeef, ma potete gustarla anche su hamburgers, polpettoni e carni alla griglia in genere.

Ingredienti per 6 persone

  • 1 kg e 200 gr di manzo per roastbeef
  • 2 rametti rosmarino
  • 1 ciuffo di salvia
  • olio evo

Per la crema di olive e pomodori

  • 125 gr olive nere taggiasche snocciolate
  • 3 alici sott’olio
  • mezzo cucchiaio di capperi sotto sale, ben sciacquati e scolati
  • 1 folto mazzetto di prezzemolo, lavato e asciugato
  • la buccia di mezza arancia
  • 1 pezzettino di aglio
  • 1 cucchiaino di aneto
  • 70 gr pomodori secchi (meglio se trovate i pachino, che sono meno salati: se usate questi ultimi non c’è bisogno di farli bollire in acqua per dissalarli, altrimenti dovrete ripetere il procedimento della bollitura, per 1 minuto, un paio di volte, e poi scolarli molto molto bene)

Lasciate la carne fuori dal frigorifero per almeno 2 ore,  in modo che arrivi a temperatura ambiente. Intanto, preriscaldate il forno a 200°. Rosolate la carne a fuoco alto in un largo tegame in cui avrete scaldato 2 cucchiai di olio, girandola su tutti i lati per sigillarne bene i succhi all’interno, cospargetela con le erbe lavate e asciugate, salate e pepate e trasferite immediatamente in forno. La cottura del roast beef è di 35/40 minuti per chilo di carne, dunque cuocetelo per 50 minuti circa.

Nel frattempo, preparate la crema di olive: mettete nel mixer tutti gli ingredienti, insieme a circa mezzo bicchiere di olio e frullate fino a ottenere un composto omogeneo.

DSC_0380 (1024x683)

Estraete la carne dal forno, rivestitela con un foglio di alluminio e chiudetela bene, lasciandola riposare un quarto d’ora prima di affettarla: in questo modo, i succhi interni avranno la possibilità di redistribuirsi in modo equilibrato. Ora tagliate il roastbeef a fette sottili e mettetele su un piatto da portata, passando a parte la crema di olive e pomodori secchi. E’ ottimo sia caldo che freddo, accompagnato da semplici patate al vapore.

 

 

Tagged with: , , , , ,
Posted in Dressings, sauces and dips, Main dishes
Publications
Casa golosa. Un ricettario di famiglia fra tradizione e nuovi sapori in vendita su
Fare festa. Idee e ricette per ricevere in casa. in vendita su