lug 25 2013

Fagiolini sant’Anna in umido

DSC_0096-001

Detti anche “fagiolini serpente”, i fagiolini sant’Anna sono originari della Toscana e sono piuttosto diversi, nel sapore e nella forma, dai loro cugini che siamo abituati a vedere sempre: lunghi lunghi (così è molto più veloce pulirli), hanno un retrogusto profumato e intenso. Il modo migliore di prepararli è quello tradizionale, ossia in umido con il pomodoro. Si usa anche cuocerli nel sugo direttamente da crudi, ma personalmente trovo che una leggera scottatura a vapore sia utile e renda più veloce la cottura nel sugo, che così non perde sapore.

Ingredienti per 6 persone

  • 1 mazzo di fagiolini sant’Anna verdi e 1 scuro (o entrambi verdi, non c’è grande differenza di gusto fra i due tipi: quelli scuri sono leggermente più saporiti)
  • 1 cipolla di Tropea grossa
  • 1 barattolo grande  di pelati
  • olio evo

Tritate la cipolla a coltello e fatela appassire in 2 cucchiai di olio.

Spuntate i fagiolini, lavateli, scolateli e cuoceteli al vapore per 4 minuti, ben cosparsi di sale in modo che non cambino colore.

fagiolinisantanna

Appena la cipolla sarà leggermente rosolata aggiungete i pelati frullati, sale, pepe e 1 cucchiaio da tè di zucchero. Lasciate cuocere 5 minuti e poi immergete i fagiolini nel loro sugo, protraendo la cottura a fuoco vivace fino a quando il pomodoro avrà tirato. Sono ottimi anche freddi, il giorno dopo.

fagiolinisantanna1

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Le nostre Pubblicazioni
Casa golosa. Un ricettario di famiglia fra tradizione e nuovi sapori in vendita su
Fare festa. Idee e ricette per ricevere in casa. in vendita su